Regione Umbria

L.r. 1/2018. Contributo a fondo perduto e finanziamento a tasso agevolato a sostegno delle nuove iniziative imprenditoriali.
Area Geografica: Umbria
Scadenza: 16/12/2019
Beneficiari: Micro Impresa, PMI
Settore: Servizi/No Profit, Industria, Commercio, Artigianato, Agroindustria/Agroalimentare
Spese finanziate: Consulenze/Servizi, Opere edili e impianti, Avvio attività / StartUp, Attrezzature e macchinari
Agevolazione: Contributo a fondo perduto, Finanziamento a tasso agevolato
Dotazione Finanziaria: € 1.350.000
Descrizione completa del bando
La Regione Umbria intende promuovere lo sviluppo economico del territorio e l’occupazione tramite interventi volti a favorire la creazione di nuove imprese anche tramite l’autoimpiego e il lavoro autonomo.
Soggetti beneficiari
Possono presentare domanda di accesso alle agevolazioni del presente Avviso esclusivamente le piccole e medie imprese aventi sede operativa nel territorio della Regione Umbria.
All’atto della presentazione della domanda le imprese devono essere già giuridicamente costituite nella forma di società commerciali, società cooperative, imprese individuali, lavoratori autonomi titolari di partita IVA, società tra professionisti iscritti ad albi professionali. La costituzione può essere avvenuta a partire dal 1° gennaio 2018
Tipologia di spese ammissibili
Sono ammissibili alle agevolazioni le spese sostenute dall’impresa a partire dal giorno successivo alla presentazione della domanda di accesso alle agevolazioni del presente Avviso ed entro 12 mesi dalla valuta di accredito delle agevolazioni da parte di Sviluppumbria S.p.A..
Possono essere rendicontate come investimenti le seguenti spese:
– Acquisto di beni nuovi di fabbrica e rientrare nelle seguenti categorie:

  1. macchinari, attrezzature e arredi funzionali all’attività d’impresa,
  2. mezzi di trasporto, limitatamente ai casi in cui risultino funzionali e strumentali allo svolgimento dell’attività imprenditoriale,
  3. hardware, software e licenze funzionali all’attività di impresa, d. piccole opere murarie e impianti fino al 20% della spesa complessiva per investimenti.

Entità e forma dell’agevolazione
Sono previste le seguenti forme di agevolazione:
a) Finanziamento sotto forma di anticipazione da un minimo di euro 25.001,00 ad un massimo di euro 50.000,00 per la copertura, dal 50% al 75%, di una spesa complessiva, al netto di IVA ed oneri accessori, compresa tra un minimo di € 33.335,00 ed un massimo di € 66.666,67.
La parte di spesa non coperta dal finanziamento, dal 25% al 50%, dovrà essere coperta con apporto dell’impresa richiedente.
La spesa complessiva deve essere destinata:
a1) per almeno il 70% ad investimenti,
a2) per un massimo del restante 30% a spese correnti.
Il finanziamento può essere concesso ed erogato senza l’acquisizione di garanzie a tutela del rimborso e deve essere restituito in quote semestrali costanti senza interessi secondo un piano di ammortamento della durata massima di sette anni oltre ad un anno di preammortamento.
b) Contributo a fondo perduto fino ad un massimo di euro 3.500,00 denominato “Pacchetto qualificazione”, per la copertura, fino al 70% della spesa al netto d’IVA relativa alla formazione professionale mirata alla qualificazione del titolare o dei soci dell’impresa ovvero all’acquisizione di consulenze ad elevato contenuto specialistico ad esclusione della consulenza relativa all’elaborazione del progetto imprenditoriale.
Scadenza
Domande dalle ore 10:00 del 10 settembre 2019 alle ore 12:00 del 16 dicembre 2019.