Trasporto e scorta valori: Osservanza del DPCM 11 marzo 2020 e del “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto ed il contenimento della diffusione del virus Covid -19 negli ambienti di lavoro”

ASSIV e le altre Associazioni di categoria (UNIV, A.N.I.V.P., Assovalori e Legacoop Produzione & Servizi) hanno inviato una nota indirizzata alla Protezione Civile nazionale, al Ministero dell’Interno, al Ministero della Salute, al Ministero dell’Economia e delle Finanze, al Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, a Banca d’Italia, all’ABI (Associazione Bancaria Italiana), a Poste Italiane Spa e a tutte le Prefetture del territorio italiano, avente ad oggetto: “Osservanza del DPCM 11 marzo 2020 nonché del “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto ed il contenimento della diffusione del virus Covid -19 negli ambienti di lavoro”, del 14 marzo 2020″

Le Associazioni di categoria tornano a scrivere alle Istituzioni competenti in merito al servizio di scorta e trasporto valori. Leggiamo nella nota:

Ci riportiamo a tutto quanto esposto alle SS. LL. con nostra del 15 marzo u.s, (qui il link della nota del 15 marzo http://www.assiv.it/trasportovaloridpi/) che rimane confermato. In riferimento ai contenuti ivi espressi,
premesso che:
• i servizi di trasporto valori, per loro natura, non consentono agli operatori di rispettare in modo continuativo le distanze interpersonali richieste per evitare il pericolo di contagio da Coronavirus;
• le scorte dei DPI necessari per la protezione degli operatori stanno ormai esaurendosi;
• persiste la mancanza degli approvvigionamenti dei DPI, né si è avuto notizia di forniture imminenti per il comparto;
• i datori di lavoro si trovano nella assoluta necessità di tutelare la salute dei loro lavoratori, così come prescritto dall’art. 2087 C.C., dal D.Lgs 81/2008, ed in ultimo dalle prescrizioni di cui al DPCM 11 marzo 2020 e al “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto ed il contenimento della diffusione del virus Covid -19 negli ambienti di lavoro”, del 14 marzo 2020.
Tutto ciò premesso,
le scriventi Associazioni di categoria comunicano alle SS.LL. che i servizi di trasporto e scorta valori e trattamento denaro verranno a cessare presumibilmente a far data da giovedì 19 marzo 2020, allorquando le scorte di DPI saranno integralmente esaurite.
ASSIV, A.N.I.V.P., UNIV, Assovalori e Legacoop informiamo inoltre che: indipendentemente dalla eventuale fornitura dei prescritti DPI, che consentiranno il riavvio/prosecuzione dei servizi, gli stessi dovranno subire una radicale riorganizzazione sul territorio, consistente nella rimodulazione della operatività, anche attraverso una modalità di calendarizzazione delle attività in alcuni giorni settimanali/feriali o altra modalità che riduca comunque le attività di trasporto.
Tale rarefazione, le cui modalità verranno articolate conformemente alle differenti realtà aziendali, verranno disposte per a) limitare l’uso dei DPI, così da prolungare la disponibilità delle scorte; b) comandare in servizio, in relazione alla forza lavoro a disposizione, un minor numero di Guardie Particolari Giurate, in ottemperanza alle disposizioni di cui al DPCM 11 marzo 2020, al fine di evitare al massimo il rischio di contagio.