L'Anac alla prova del coronavirus

 

L’Anac alla prova del coronavirus

Pubblichiamo un interessante contributo dell’Avv. Matteo Valente (all. 1), dello Studio AOR, consulente Assiv, che commenta la delibera ANAC n. 312 del 9 aprile 2020, “Prime indicazioni in merito all’incidenza delle misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 sullo svolgimento delle procedure di evidenza pubblica di cui al decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, e s-m-i- e sull’esecuzione delle relative prestazioni”, (all.2), uscita a chiarimento del DL. 18 /2020, e la nota ANAC del 20 aprile 2020 (all.3), che rettifica quanto affermato nella delibera citata.
 
Il commento dell’Avv. Valente si sofferma sui dubbi interpretativi suscitati dall’art. 103 del DL 18/2020, in particolare sul problema della sospensione dei termini dei procedimenti amministrativi. La tematica resta attuale, dato che l’efficacia della disposizione, inizialmente valida fino al 15 aprile 2020, è stata prorogata sino al 15 maggio dall’art. 37 del D.L. Liquidità (D.L. 23/2020).