Decreto Semplificazioni: la memoria dell'ANAC

 Decreto Semplificazioni: la memoria dell’ANAC 

Inviato al Senato un documento dell’Autorità nazionale anticorruzione contenente osservazioni e proposte di modifica
 Nell’ambito dell’esame del decreto legge recante misure urgenti per la semplificazione e l’innovazione digitale (d.l. 16 luglio 2020, n. 76), all’esame del Parlamento, l’Autorità nazionale anticorruzione ha fatto pervenire alla commissione Lavori pubblici del Senato un documento contenente osservazioni e proposte di modifica sui vari profili di competenza.
In particolare, l’ANAC nel suo documento analizza le disposizioni contenute  nel  DL Semplificazione in materia  di Contratti pubblici in tema di:
–           Procedure per l’incentivazione degli investimenti pubblici durante il periodo emergenziale in relazione all’aggiudicazione dei contratti pubblici sotto soglia, affrontando i profili relativi alla semplificazione del numero di procedure di gara; al principio di trasparenza, agli affidamenti diretti; alla procedura negoziata, alla possibilità di ricorso delle procedure ordinarie e al criterio di aggiudicazione;
 

  • Procedure per l’incentivazione degli investimenti pubblici in relazione all’aggiudicazione dei contratti pubblici sopra soglia, affrontando i profili relativi alle procedure di affidamento dei contratti sopra soglia; riduzione dei termini; alla riduzione dei termini; all’urgenza e procedura negoziata; alla deroga ad ogni disposizione di legge diversa da quella penale; alla necessità di espresso richiamo ai principi di trasparenza; alle Difficoltà operative per le stazioni appaltanti nella individuazione della normativa di riferimento; alla qualificazione degli operatori; alla fase dell’esecuzione e per le ulteriori vicende relative alla sorte del contratto; al subappalto; alla necessità di coordinamento con ulteriori disposizioni emergenziali specifiche; ai poteri in deroga dei Commissari straordinari e delle Stazioni appaltanti; all’ esclusione di modalità di affidamento diverse dall’appalto; alla Disparità di trattamento tra le procedure sotto e sopra soglia e tra istituti similari; all’applicabilità dell’art. 211 co. 1 bis e 1 ter d.lgs. 50/2016; al Responsabile unico del procedimento e, infine, ai contratti secretati.

 

  • Verifiche antimafia e protocolli di legalità. Qui si sofferma sui Protocolli di legalità; sulle semplificazioni in merito alle verifiche antimafia; sull’ equipollenza tra iscrizione negli elenchi e rilascio dell’informativa antimafia;

 

  • In merito alla sospensione dell’esecuzione dell’opera pubblica analizza l’ ambito di applicazione della norma contenuta nel DL; la sospensione o la risoluzione del rapporto; alla Crisi di impresa sui nuovi oneri per le imprese,  al disallineamento fra l’art. 110, co. 6, del codice e l’art. 5, co 4, del dl. 76/2020 e ai compiti dell’ANAC.

 

  • Collegio consultivo tecnico (CCT) quale strumento di risoluzione alternativa delle controversie: motivi di criticità, composizione, lforma giuridica delle sue decisioni, l’obbligatorietà per i contratti sopra soglia. Si Sofferma inoltre anche sulla carenza di trasparenza e pubblicità della scelta dei componenti del CCT, sull’oggetto delle sue determinazioni

 

  • Più in generale l’ANAC affronta anche altre disposizioni urgenti in materia di contratti pubblici contenute nel DL in parola, quali: il presupposto dell’urgenza, la carenza dei documenti di programmazione; il Riconoscimento dei maggiori costi per adeguamento e integrazione del piano di sicurezza e coordinamento, la qualificazione delle Stazioni appaltanti, le piattaforme telematiche, l’ inversione procedurale anche ai settori ordinari; l’ inversione procedimentale e calcolo della soglia di anomalia e le concessioni e i PPP.

 

  • Sulle misure di accelerazione degli interventi infrastrutturali analizza il ruolo dei Commissari straordinari, le procedure della ricostruzione post sisma vigilate dalla UOS;

 

  • Sulla semplificazione per la Piattaforma Digitale Nazionale Dati si sofferma sulla Piattaforma Digitale Nazionale Dati (PDND)

 

  • Esamina, infine, ulteriori problemi interpretativi e applicativi del DL semplificazione in tema di subappalto.

  Il Documenti dell’ANAC  interviene anche sulle  disposizioni contenute nel D.L. n. 76/2020 in materia di prevenzione della corruzione e della trasparenza e, in particolare, sul monitoraggio degli investimenti pubblici; sull’attività di vigilanza ed esercizio del potere sanzionatorio; sulla Semplificazioni in materia ambientale e, infine, sugli obblighi di trasparenza